CORSI & PROGETTI

IL NOSTRO APPROCCIO

Abbiamo scelto di abbracciare l’approccio cognitivo-zooantropologico-relazionale .

Questo si pone un duplice obiettivo:

  • Fornire ai proprietari gli strumenti adeguati per relazionarsi in modo efficace con il proprio animale.
  • Sviluppare le capacità cognitive e relazionali del cane al fine di fornirgli le competenze per vivere nella nostra società moderna.

L’approccio cognitivo è la sintesi di due concetti:

  1. la cognizione è l’atto del conoscere, cioè una facoltà mentale. L’approccio cognitivo considera il modo di comportarsi del cane come l’espressione del suo stato mentale, cioè come il risultato di un ragionamento. Ammettere che il cane abbia una mente ed una propria intelligenza vuol dire ammettere che abbia la facoltà di riflettere, fare esperienze, ricordare e proiettarsi nel futuro; insomma che sia in grado di immagazzinare informazioni, elaborarle utilizzando le proprie capacità ed emettere una risposta adeguata. In questo l’approccio cognitivo si differenzia dai metodi basati sul condizionamento stimolo-risposta secondo cui ad ogni stimolo segue una risposta automatica, che ingabbia la mente del cane e genera il “soldatino”.
  2. la zooantropologia è la disciplina che studia le relazioni tra l’uomo e le altre specie animali e i contributi che l’uomo può ricevere da parte della diversità animale. Primo passo per un approccio zooantropologico è il riconoscere l”alterità animale” cioè vedere il cane con la sua identità e con un bagaglio di emozioni, abilità e conoscenze che lo rendono il nostro referente nella relazione uomo-cane. Smettere di considerare l’animale come strumento da lavoro (zootecnia) o come surrogato di rapporti sociali insufficienti e considerarlo partner di una relazione paritaria, comporta la presa di coscienza che il cane possa offrire all’uomo quel contributo di cui ha bisogno per costruire le proprie qualità.

Date queste premesse è ovvio che l’approccio cognitivo-zooantropologico (CZ) si discosti non soltanto dall’addestramento tradizionale, basato su coercizioni e punizioni, ma anche dal metodo gentile, basato sul rinforzo positivo. Anche il metodo CZ è “gentile” perché rispetta le caratteristiche etologiche del cane, ma va oltre perché si rivolge alla mente del cane, al suo stato emozionale, alle sue capacità di apprendimento ed allo sviluppo del suo potenziale cognitivo, entrando in un ambito propriamente pedagogico. Il metodo CZ, quindi, si propone di comprenderei comportamenti del cane sulla base delle sue emozioni e motivazioni, coglierne i processi di apprendimento e agevolare il suo apprendimento.

Non parleremo, quindi, di “sedute di addestramento” ma di “programmi educativi”, tenendo in considerazione i 2 aspetti per noi più importanti :

  • fattore mentalistico (arricchire le esperienze del cane, sviluppare le sue capacità, incentivare i processi cognitivi che lo rendano autonomo in ogni circostanza)
  • fattore relazionale porre le basi per una relazione tra cane e proprietario incentrata sul rispetto, la fiducia e la reale conoscenza reciproca

A differenza dell’ ”addestramento” che si pone come obiettivo quello di insegnare al cane abilità che possiamo utilizzare, quasi come se fosse una macchina da programmare per uno scopo, il fine dell’educazione è sviluppare la mente del cane per realizzare in pieno tutte le sue potenzialità. In questo contesto la relazione cane-proprietario è alla base del processo pedagogico, in quanto il proprietario si pone come mediatore di conoscenze: rende le esperienze fruibili al cane adattandole alle sue capacità ed alle sue potenzialità.

I nostri percorsi educativi, pertanto, sono programmi pedagogici mirati a favorire la crescita della relazione tra cane e proprietario perché è solo attraverso il pieno sviluppo della relazione che si può realizzare quel miglioramento della qualità della vita che intendiamo promuovere.

I NOSTRI CORSI

EDUCATORE CINOFILO:

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Obiettivo del corso è formare Educatori cinofili in grado di operare con professionalità nei vari ambiti della consulenza relazionale del sistema etero-specifico. Le attività formative offerte sono finalizzate all’acquisizione delle competenze e delle abilità pratiche per la integrazione del cane considerato parte integrante del sistema famiglia.
Inoltre saranno forniti strumenti volti alla cooperazione fattiva ed efficace tra i vari professionisti che si occupano di Educazione/comportamento.

Un corso che si fonda primariamente sul profondo rispetto dell’animale in un’ ottica sistemico-relazionale, considerando costantemente l’unicità, il carattere e le attitudini del cane .

DESTINATARI

Il corso è rivolto a chiunque voglia intraprendere con professionalità o a livello di crescita personale, percorsi di Educazione  e integrazione con il gruppo famiglia.

CONTENUTI

Attraverso l’approccio zooantropologico, seguendo il modello cognitivo-relazionale sistemico, il cane insieme a tutto il sistema famiglia costruisce nuove rappresentazioni che arricchiscono  la struttura del sapere comune, fornendo di fatto, sia al cane sia ai suoi compagni umani, nuovi strumenti e competenze funzionali per definire la relazione, identificando i proprietari come attori co-protagonisti e parte integrante del percorso di integrazione dell’animale. Il nostro approccio parte dal presupposto che le relazioni abbiano una grande influenza sullo stato di benessere o malessere sperimentato dal nostro amico a 4 zampe e del sistema in cui è inserito e punta a formare figure di facilitatori nella comprensione di queste dinamiche interspecifiche.

Il nostro approccio parte dal presupposto che le relazioni abbiano una grande influenza sullo stato di benessere o malessere sperimentato dal nostro amico a 4 zampe e del sistema in cui è inserito e punta a formare figure di facilitatori nella comprensione di queste dinamiche interspecifiche.

MODALITA’ E STRUMENTI

  • 18 Incontri da 8 ore per un totale di 240
  • I 18 incontri prevedono lezioni di teoria in aula (144 ore) e lezioni teorico/pratiche in campo con affiancamento educatore professionista/cliente (96 ore)
  • La frequenza è obbligatoria: minimo 80% di presenze
  • Le lezioni si tengono la domenica, circa ogni 2- 3 settimane a seconda del calendario
  • Orario 9.00 – 18.00
  • Verifiche in itinere e verifica finale con commissione esterna.
  • Tutti i partecipanti al corso per ottenere l’attestato finale e la qualifica di Educatore Cinofilo, dovranno frequentare obbligatoriamente una pratica di 96 ore, che sarà gratuita e potrà essere effettuata presso ONDA EMOTIVA A.S.D. oppure presso A.S.D. CASAUMA .

 

CORSO ISTRUTTORE CINOFILO:

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Obiettivo del corso è formare istruttori cinofili in grado di operare con professionalità nei vari ambiti della consulenza relazionale e riabilitativa del sistema etero-specifico.

Le attività formative offerte sono finalizzate all’acquisizione delle competenze e delle abilità pratiche per la riabilitazione del cane considerato parte integrante del sistema famiglia.

Inoltre saranno forniti strumenti volti alla cooperazione fattiva ed efficace tra i vari professionisti che si occupano di comportamento.

DESTINATARI

Il corso è rivolto ad educatori cinofili ed istruttori cinofili riconosciuti

CONTENUTI

Attraverso l’approccio zooantropologico, seguendo il modello cognitivo-relazionale sistemico, il cane insieme a tutto il sistema famiglia costruisce nuove rappresentazioni che non producono solo modifiche comportamentali ma arricchiscono la struttura del sapere comune fornendo di fatto, sia al cane sia ai suoi compagni umani, nuovi strumenti e competenze funzionali per ridefinire la relazione, identificando i proprietari come attori co-protagonisti e parte integrante del percorso di riabilitazione dell’animale.

COMPETENZE D’INGRESSO

Al momento dell’iscrizione sarà richiesto l’invio di un curriculum ai fini valutativi.

COMPETENZE IN USCITA

Obiettivo del corso è formare istruttori cinofili in grado di operare con professionalità e in sinergia, negli ambiti della consulenza relazionale e riabilitativa del sistema famiglia e  qualora si ravvisasse l’esigenza, con il Medico Veterinario Esperto in Medicina del Comportamento in tutti gli ambiti della consulenza relazionale riabilitativa.

MODALITA’ E STRUMENTI

Il corso è della durata di 15 giornate (domenica) e da un tirocinio della durata di 60 ore che completerà il percorso formativo valido per l’abilitazione. Il tirocinio sarà effettuato presso le strutture dei docenti che supervisioneranno affrontando casi reali, presso ONDA EMOTIVA A.S.D. oppure presso A.S.D. CASAUMA .

CORSI TECNICI :

  • PUPPY ROAD :  Incentra la sua competenza sulla fase di sviluppo caratteriale del cucciolo, dalla gestazione ai primi 6 mesi di vita. Collabora con allevatori e proprietari al fine di garantire un percorso equilibrato di crescita.

Puppy Road

  • HAPPY SPLASH DOG : Promuove l’acquaticità del binomio con attività ludiche e relazionali in ambiente acquatico.

HAPPY Splash Dog 2

  • NOSE GAMES : Promuove giochi e attività di tipo olfattivo in ambiente naturale.
NASE GAMES
  • IMPRONTE URBANE : Ha il fine di consolidare il binomio all’interno di un contesto antropizzato come l’ambiente urbano e responsabilizza i proprietari in relazione ai doveri civici per una buona convivenza in città.

impronte urbane

  • UN CANE PER AMICO : Guida i bambini alla conoscenza del cane, in quanto essere senziente, dotato di intelligenza e capace di provare e riconoscere emozioni.

UN CANE PER AMICO